Fridays For Future • Italia
2.34K subscribers
1.28K photos
93 videos
654 links
🔴 Il canale di Fridays For Future Italia aperto a tutte e tutti!

www.fridaysforfutureitalia.it
www.facebook.com/FridaysItalia
www.instagram.com/fridaysforfutureitalia
www.twitter.com/fffitalia

📩 Entra nel gruppo: https://fffutu.re/group
Download Telegram
to view and join the conversation
LEGGE SUL CLIMA EUROPEA: I NEGOZIATI STANNO PER TERMINARE 🌎🔥

Purtroppo, però, le proposte al tavolo non considerano le evidenze dell'IPCC, barano con i numeri, e non rispettano i principi di equità e giustizia alla base degli #AccordidiParigi.

Il #ClimateClock si basa sui dati dell'IPCC e mostra in quanto tempo esauriremo il #CarbonBudget se continueremo con gli attuali livelli di emissioni. Per avere il 66% di probabilità di rimanere entro gli 1.5°C di riscaldamento globale, ci rimangono meno di sette anni prima di esaurirlo.

🇪🇺 Gli Stati Europei però, nel fissare i target climatici, si rifiutano di tenere in considerazione il Carbon Budget e stanno invece proponendo di cambiarne il significato. Secondo loro il Carbon Budget non dovrebbe mostrare quanta "spesa" in termini di #gas serra abbiamo ancora a disposizione (il significato che gli attribuisce la scienza), ma indicare quante #emissioni ci si aspetta che emetteremo in un determinato periodo.

🔴 Così facendo stanno fissando dei target insufficienti!
La neutralità climatica al 2050 non garantirà #equità e #giustizia.


Come se non bastasse stanno anche barando con i numeri.
Il #target di riduzione delle emissioni nette al 2030 - sia 55% sia 60% - si riferisce ai livelli del 1990, e non a quelli pre-industriali. Questo presuppone che l'UE abbia iniziato a diminuire le emissioni trent'anni fa, quando invece le abbiamo semplicemente #delocalizzate all'estero ed escluso dai numeri ufficiali una buona parte di quelle rimanenti (come l'aviazione e il commercio marittimo).

📌 Una nota positiva è che il #Parlamento ha proposto di istituire un Consiglio sui Cambiamenti Climatici, un organo scientifico indipendente che vagli e consigli sulle #politiche climatiche. Ma anche questo è in fase di negoziazione e alcuni Stati si stanno mettendo di traverso.

Ricordatevi di tutto ciò quando tra qualche giorno, per la #GiornataDellaTerra, vi racconteranno quanto sono green(washing) e ambiziosi i loro piani.

🗞Fonti:
Carbon Budget IPCC

Lettera dei 'pensatori' del concetto del zero-netto

L'UE sta barando con i numeri by Greta&Co

Lettera a Timmermans sul Carbon Budget
«La fine del mondo o l’inizio della giornata?»

Continua la nostra rassegna di eventi #scriviamoilfuturo, in occasione della #GiornataDellaTerra

📌Giovedì 22 alle 11 in diretta sui nostri canali Facebook e Youtube, dalla libreria Alegre di Roma, in un evento aperto anche alle scuole, Sabina Guzzanti, attrice, comica, regista e autrice del romanzo «2119», e Sara Segantin, divulgatrice scientifica e autrice del romanzo «Non Siamo Eroi», discuteranno dei loro recentissimi lavori, trasportandoci in terre vicine e lontane.

🗣Da una parte il racconto di un futuro segnato dall'ingiustizia e dalle drammatiche conseguenze della crisi climatica, dall'altra la storia della generazione che si batte oggi per evitare che diventi realtà. L’eroismo dei loro noneroi ci farà ridere e tremare, fra avventure, tradimenti, amori e lacrime.

📌Alle 17.30, sempre in diretta sulla nostra pagina Facebook, dalla libreria Bookstorie di Roma, il giornalista e scrittore Stefano Liberti, autore di «Terra Bruciata» racconterà la crisi climatica attraverso le drammatiche conseguenze che sta avendo - oggi, qui in Italia - sulla nostra terra e sulle nostre vite, dagli impatti sull'agricoltura al turismo ai disastri naturali.

Vi aspettiamo!💚
🎥 Siamo di nuovo live! 📽

Con il diplomatico Grammenos Mastrojeni, autore di "Effetto serra effetto guerra" e di "Effetti farfalla"

Seguila su Facebook https://www.facebook.com/fffitalia/videos/465113104824654/
Torniamo live per la giornata della Terra 🌎

Dalla libreria Alegre di Roma insieme a Sabina Guzzanti e Sara Segantin!

YouTube: https://m.youtube.com/watch?v=N3fA3lr7n8I

Facebook: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3620829628141175&id=396136951185531
«La chiamavano pirolisi»

Terza giornata della nostra rassegna #ScriviamoilFuturo per la #GiornataDellaTerra

📌Domani, venerdì 23 aprile alle 17.30 saremo in diretta sulla nostra pagina facebook, dalla libreria Ticinum di Voghera (grazie al supporto di @fridaysforfuture_pavia)

Una comunità, l’ombra di un inceneritore, una battaglia. Vincenzo Giudice, in un dialogo con la libraia Elisabetta Balduzzi, ci parlerà della lunga lotta di Retorbido, di volti, di cuori, di tanta paura e di tanto coraggio. Perché a volte, in questo presente, abbiamo davvero bisogno di storie a lieto fine.

Vi aspettiamo!💚
🤝SOLIDARIETÀ A GIOVANNA🤝

In questi ultimi giorni si è riaccesa la lotta in Val di Susa, a seguito della decisione di riprendere i lavori per la realizzazione dell'autoporto di San Didero, opera preliminare alla costruzione della linea ad alta velocità.

La storia del TAV Torino-Lione è una storia che ha oramai 30 anni e che è costellata di abusi sul territorio e sui suoi abitanti, di corruzione, di militarizzazione ma anche di una forte resistenza popolare che da decenni blocca la realizzazione di questa linea intorno alla quale si giocano visioni di mondo e immaginari diversi.

Da un lato, il paradigma delle grandi opere, ancora viste come indispensabili e come simbolo dello sviluppo. Dall'altro, comunità resistenti che costruiscono giorno per giorno modi di vivere alternativi, basati sulla giustizia, la democrazia e l'ecologia.

Durante le proteste dei giorni scorsi Giovanna, attivista NoTav, è rimasta gravemente ferita da un lacrimogeno, contenente gas CS (a base di cianuro e bandito dalla Convenzione di Ginevra) e lanciato ad altezza uomo, da parte delle forze dell'ordine. Il lacrimogeno ha colpito il suo viso e Giovanna è attualmente ricoverata in ospedale con multiple fratture al viso, per le quali ieri ha subito un intervento. Per fortuna sta meglio e i medici hanno escluso danni neurologici e alla vista.

Vogliamo far sentire la nostra vicinanza a Giovanna. Ora più che mai è urgente opporsi a un modello di sviluppo che ci ha portat_ alla crisi ecologica e pandemica globale che stiamo vivendo, che su queste basi non potrà far altro che aggravarsi.

Forza, siamo con te! 💚

👉Per approfondire👈